viaggio
viaggio
TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

D'estate, noi siamo al lavoro per voi

20 / 07 / 2016 20-07

I week end estivi sono i periodi in cui la rete
autostradale è più "sottopressione" perché al traffico commerciale e dei pendolari si aggiunge quello dei vacanzieri, concentrato, appunto, nei fine settimana. Autovie Venete e Cav (che gestisce il Passante di Mestre), in collaborazione con la Polizia Stradale del Veneto e del Friuli Venezia Giulia operano in sinergia per fronteggiare i flussi di traffico e le eventuali congestioni, potenziando il numero di chi opera sulla strada e nelle centrali operative e coordinando le attività attraverso un stretto collegamento fra le centrali radio operative. 
Autovie Venete  schiera una task force di 230 persone, sulle 24 ore, potenzia i soccorsi meccanici, reindirizza il traffico in caso di code, lavora in stretto collegamento con le centrali operative d'oltreconfine per gestire in collaborazione i flussi di veicoli in entrata e in uscita soprattutto fra
Croazia e Slovenia, la maggior parte dei quali passano dalla barriera di Trieste Lisert. Pronte le riserve d'acqua da distribuire in caso di code. Analoghe le misure adottate da 
Cav - che oltre al potenziamento dell'organico in servizio, ha previsto una serie di misure speciali per migliorare la fluidità del traffico, informare tempestivamente l'utenza e risolvere in tempi brevi le emergenze. Gli operatori di Cav saranno affiancati da personale di ditte incaricate in corrispondenza delle intersezioni A4/A57 e A4/A27 per l'attivazione di eventuali deviazioni nel minor tempo possibile. Presegnalazione delle code, presidi fissi con carri attrezzi adibiti al soccorso meccanico e un presidio sanitario fisso in corrispondenza dell'Area di servizio di Arino Est della A4 con ambulanza e personale medico gli ulteriori "rinforzi".La Polizia Stradale - Massimo impulso delle Sale Operative regionali (Centro Operativo Autostradale di Udine, Centro Operativo Compartimentale di Trieste e Centro Operativo Polizia Stradale di Padova) per un attento monitoraggio delle condizioni del traffico; stretta sinergia con le squadre di manutenzione degli enti concessionari e proprietari delle strade e autostrade per effettuare i soccorsi agli utenti e realizzare i provvedimenti di gestione della viabilità;  incremento delle pattuglie nelle giornate ove è atteso un traffico più intenso; maggiore visibilità delle pattuglie della Polizia Stradale in autostrada con soste frequenti nelle aree di servizio, nelle piazzole e nei caselli; utilizzo costante delle tecnologie disponibili per l'accertamento delle violazione in materia di velocità, con l'attivazione del Tutor sulle tratte autostradali di competenza e l'intensificazione dei servizi con gli autovelox, telelaser e provida; potenziamento dei servizi ad alto impatto in materia di corretto uso dei telefonini, delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, di trasporto passeggeri su autobus e sostanze alimentari; aumento dei controllicon etilometri e precursori per il contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti lungo gli itinerari di interesse turistico e verso i luoghi di ritrovo giovanili; impiego di pattuglie delle squadre di polizia giudiziaria, soprattutto nelle aree di servizio e diparcheggio autostradali, per il contrasto della microcriminalità ai danni dei viaggiatori.