febbraio 2018
febbraio 2018
TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Passano di qui i guidatori di domani

21 / 02 / 2018 21-02


Le scuole che vengono a visitare la Concessionaria sono molte e hanno l'opportunità di passare una mattinata diversa dal solito a diretto contatto con l'azienda e con chi ci lavora.
Tutto inizia dalla "teoria", nella sede della Polstrada, dove i bambini prendono posto e si preparano ad assistere alla lezione. Le slide, una dopo l'altra, illustrano come funziona la Concessionaria, che tratti gestisce, le attività per mantenere efficiente l'autostrada e garantire la sicurezza e l'assistenza agli utenti.
Vivaci e attenti, i bambini pongono domande, fanno osservazioni e rispondono all'interrogazione. Sì, anche qui c'è. Le domande le fanno le "guide" di Autovie e non sono per nulla indulgenti! Qualcuno prende appunti scrupolosamente, qualcun altro preferisce non perdersi neppure una parola del discorso e c'è anche chi per un attimo perde il filo (dopotutto sono bambini!) per poi tornare a concentrarsi.
La parte più "impegnativa" della mattinata prosegue con una bella dose di regole (fondamentali!) su come si guida correttamente, sui comportamenti da evitare e su quelli da adottare. È il comandante della Polizia Stradale a parlare. Ma, dopo tanto ascoltare, si passa alla "pratica". Tutti in fila per provare moto e auto della polizia: con tanto di suono della sirena! Una piccola pausa per rifocillarsi e ricaricare le batterie con una merenda e poi... Tocca agli ausiliari alla viabilità fare scuola mostrando i furgoni e la segnaletica. I bambini ascoltano catturati, ammirano il pannello a messaggio variabile che si illumina e cambia segnalazione (code, incidente...). Dopodiché: parola alla manutenzione. Come funziona la viabilità invernale, a cosa serve il sale, dove viene conservato, chi aggiusta i guard rail? I bambini dopo aver ascoltato provano anche qualche mezzo: uno dopo l'altro, in posa per la foto, chi in sella al bobcat, chi sul furgone rosso della manutenzione d'urgenza.
La visita si conclude in sala radio; i monitor giganti dove si può guardare l'autostrada e il traffico che scorre affascinano gli studenti e non solo: anche le maestre ascoltano interessate e fanno domande.