TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Tutor. Autovie dà il via libera

14 / 11 / 2019 14-11


Luce verde per la riattivazione dei tutor. I test eseguiti da Autovie Venete e Autostrade Tech hanno dato esito positivo. Gli impianti sono ora a disposizione della Polizia Stradale che, come sempre, dalla centrale nazionale di Settebagni (Roma) deciderà quando accenderli.

Undici sono i portali complessivamente installati per sei tratte coperte della A4 (San Stino di Livenza - San Donà di Piave in direzione Venezia; Cessalto - San Stino di Livenza; San Stino di Livenza - Portogruaro e Villesse - Redipuglia in direzione Trieste), della A28 (Azzano Decimo - Villotta in direzione Portogruaro) e della A23 (Udine Sud - Nodo A4/A23 verso la A4).

Numerose le attività svolte dall'unità impianti tecnologici di Autovie in collaborazione con Autostrade Tech per la riattivazione del tutor, a cominciare dalla misurazione certificata delle distanze tra un portale e l'altro; un'attività necessaria perché consente di definire esattamente la distanza tra 2 postazioni consecutive (tratto) ed è proprio in base a quella, e al tempo che ogni veicolo impiega a percorrerla, che si determina la velocità media nel tratto (principio cardine del nuovo sistema tutor denominato SICVe PM). La certificazione di taratura della lunghezza per ciascuna tratta, oltre a quello della velocità media, è stata rilasciata dal laboratorio di tarature accreditato da Accredia che ha effettuato le misurazioni. Successivamente sono state sostituite le spire danneggiate e sincronizzati i portali. Infine si è proceduto per 15 giorni al collaudo dell'intera apparecchiatura che era inattiva da aprile 2018.

Il nuovo tutor è un sistema composto da sensori e telecamere in grado di rilevare ora di transito, targa e tipo del veicolo, nonché la velocità media, controllando così il rispetto dei limiti. È in grado di funzionare anche in quelle condizioni atmosferiche (pioggia, nebbia) che normalmente rendono difficoltoso l'uso delle apparecchiature mobili. Il nuovo sistema rappresenta un deterrente formidabile per chi tende a superare i limiti di velocità e ha contribuito notevolmente a ridurre il tasso di incidentalità. Nel tratto di A4 interessato dai cantieri, i portali sono stati temporaneamente rimossi e sostituiti dagli autovelox, 8 in direzione Trieste e 6 in direzione Venezia.