TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Emoji Jacket

24 / 02 / 2020 24-02


Uno smile vale più di mille parole? Nel caso dei ciclisti vale certamente più di mille gesti. Circolare lungo la strada si sa non è sempre una passeggiata. Spesso infatti, tra suonate di clacson, imprecazioni e gesti non proprio eleganti la strada diventa teatro di situazioni lontane dal bon ton. I motivi? Solitamente incomprensioni tra i vari utenti della strada. Incomprensioni che spesso coinvolgono ciclisti e automobilisti. Per i biker infatti comunicare le proprie intenzioni (come un cambio di direzione) non è sempre facile. Per farlo, devono infatti staccare le mani dal manubrio, un'azione che oltre a passare spesso inosservata generando discussioni sulle mancate precedenze o su manovre azzardate può diventare anche pericolosa.
Ad agevolare ciclisti, ma anche gli automobilisti ci sta pensando la casa automobilistica Ford che ha presentato una giacca (attualmente solo un prototipo) in grado di comunicare emozioni e intenzioni. Si chiama "Emoji Jacket" e già il nome è tutto un programma. L'innovativa giacca è costituita da uno schienale LED che può visualizzare tre emoji (faccina felice, perplessa, triste) due segnali di direzione (destra, sinistra) e il segnale stradale che indica pericolo. Il biker attiva ogni emoji utilizzando un telecomando wireless montato sul manubrio della bicicletta. La cortesia che spesso lungo la strada manca, tra clacson che suonano all'impazzata, gesti poco raffinati e urla si fa quindi emoji. Ford, per sensibilizzare sia i ciclisti che gli automobilisti ha creato un'esperienza di realtà virtuale - WheelSwap (ovvero scambio di ruote) - che consente a entrambi di mettersi l'uno nei panni dell'altro per una guida più attenta e consapevole. Chi l'ha provata ha affermato di essere intenzionato a cambiare il proprio comportamento al volante o al manubrio.
Spesso infatti un'azione di un conducente o di un ciclista può risultare fatale: secondo i dati condivisi dalla Commissione europea oltre 2.000 ciclisti, ogni anno, perdono la vita lungo le strade di tutta Europa.
Fonte: Ansa