TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

#Covid-19: cambia l’opinione degli inglesi sulle auto elettriche

20 / 04 / 2020 20-04


Il drastico calo del traffico lungo strade e autostrade è una delle conseguenze dell'emergenza Coronavirus. Un fenomeno che coinvolge in misura diversa, ma in ogni caso consistente, tutti i Paesi dove è stato decretato il lockdown. Meno traffico uguale meno inquinamento e questo è un risvolto positivo, che ha innescato un altrettanto positivo - e tutti si augurano duraturo - cambio di mentalità. Un' indagine condotta in Inghilterra da Venson Automotive, società di consulenza per servizi auto inglese e pubblicata nel sito web SicurAuto ha rivelato che, su un campione di utenti inglesi non precisato il 45% ha affermato di aver cambiato idea sulla mobilità sostenibile proprio in questo periodo di emergenza sanitaria. Il fatto che in assenza di traffico l'aria sia più pulita ha toccato "concretametne" le coscienze di molti utenti. Il 19% ha dichiarato infatti che la prossima auto sarà a batterie, mentre il 26% stima che guiderà una vettura elettrica entro i prossimi cinque anni. Si tratta di opinioni che contrastano con quelle rilevate dai sondaggi degli anni passati. Nel 2019, per esempio - il 31% di un campione di utenti inglesi intervistati dichiarava di non voler comprare un'auto elettrica prima di 10 - 15 anni. La società inglese attribuisce questo cambiamento d'opinione anche a una serie di altri fattori concomitanti: la diminuzione dei costi dei veicoli elettrici, l'aumento dell'efficienza della batteria, la diffusione più capillare dei punti di ricarica. "A tutti questi elementi - è il commento di Alison Bell, dirigente di Venson Automotive - si è aggiunta la percezione dell'aria più pulita, che ha dato uno spinta notevole al cambio di atteggiamento"
Fonte:https://www.sicurauto.it/