TORNA ALL'ELENCO
Immagine copertina news

Guidare nella nebbia. le 10 regole da seguire

23 / 12 / 2019 23-12

Una coltre di nebbia più o meno fitta, accompagna i viaggiatori in questi giorni un po' su tutta la rete autostradale. Una compagna di viaggio di cui si farebbe volentieri a meno, ma tant'è. Non potendo scegliere, la cosa migliore da fare è cercare di affrontarla in condizioni di sicurezza per quanto possibile. La nebbia, infatti, è uno dei maggiori pericoli per chi guida. Si tratta di un fenomeno provocato dalla condensazione dell'umidità atmosferica, che a causa dell'inversione termica (aria calda sotto e fredda sopra) si trasforma in micro particelle di acqua sospese. Guidare in presenza di banchi di nebbia è molto faticoso e l'attenzione deve essere altissima. Le regole da seguire sono poche ma fondamentali:
  • Informarsi, prima di partire, sulle condizioni meteo. Essere preparati rappresenta già un piccolo vantaggio
  • Accendere i fendinebbia, gli anabbaglianti e, se la visibilità è inferiore a 50 metri, anche il faro rosso posteriore
  • Non accendere mai, assolutamente mai, gli abbaglianti la cui luce si rifletterebbe indietro riducendo ulteriormente la visibilità
  • Evitare qualsiasi sosta se non strettamente necessario
  • Mantenere una velocità bassa e costante. Indicativamente: 30 chilometri all'ora se la visibilità è di 10 metri; 50 all'ora se è di 25 metri; 70 all'ora con 50 metri di visibilità
  • Non viaggiare mai a cavallo delle strisce laterali della carreggiata. Il rischio di travolgere un ciclomotore, un pedone, un altro mezzo in sosta è altissimo
  • E' vivamente sconsigliato qualsiasi sorpasso in corsie senza spartitraffico
  • Mantenere gli sbrinatori e la climatizzazione attivi per evitare che i vetri si appannino
  • Aumentare la distanza di sicurezza: la nebbia falsa la distanza e la percezione della velocità di chi sta davanti a noi
  • Evitare frenate brusche: l'aderenza degli pneumatici diminuisce a causa dell'umidità elevata che rende viscido l'asfalto